Paga fino a 20 Rate con Findomestic

Rehappy sostiene l’iniziativa Right To Repair

Rehappy sostiene l’iniziativa Right To Repair

Riutilizzare, ricondizionare, riparare, sono queste le parole chiave della campagna Right To Repair nata dall’associazione europea che unisce attivisti, operatori dell’economia sociale, imprenditori green e sostenitori della riparazione fai-da-te.

Nata nel 2019 in quella che può essere ormai definita l’era pre-Covid 19, Right To Repair ha riunito nel tempo oltre oltre 80 organizzazioni sensibili al tema dell’ecosostenibilità e dell’economia circolare. Tra i sostenitori di questa nobile causa siamo lieti di far parte anche noi di Rehappy che facciamo dei ricondizionati i protagonisti del nostro business e non solo.

La filosofia alla base della nascita di Rehappy è proprio legata alle 3 R della sostenibilità, di cui vi abbiamo parlato in maniera approfondita nel nostro articolo: Riduci, Riutilizza, Ricicla: le 3R della sostenibilità.

Le 3R della sostenibilità

Qual è l'obiettivo principale delle attuali 3 R della sostenibilità? È quello di prevenire gli sprechi e preservare le risorse naturali. Vediamole nello specifico:

  • Riduci: vuol dire per prima cosa utilizzare meno risorse e dunque creare meno rifiuti. È il primo passo ed è il più importante in un’ottica green;
  • Riutilizza: Significa utilizzare i materiali più di una volta nella loro forma originale invece di gettarli via dopo ogni utilizzo. Il riutilizzo aiuta in situazioni in cui non è possibile ridurre e impedisce che le vecchie risorse entrino nel flusso dei rifiuti;
  • Ricicla: È il terzo passo. Riciclare vuol dire convertire i materiali di scarto in nuovi prodotti, cambiandoli dalla loro forma originale, mediante processi fisici e chimici. Il riciclo aiuta a impedire che nuove risorse vengano utilizzate e che vecchi materiali entrino nel flusso dei rifiuti.

Right To Repair: il diritto di poter riparare

E sono proprio queste 3 R i simboli della campagna Right To Repair che grazie alla sua eco sempre più grande sia online che offline è arrivata a coordinare le azioni di riciclo, ricondizionamento e riparazione in ben 16 paesi europei. Una vera e propria promozione verde che vede nel gruppo direttivo realtà gloriose come ECOS, ONG internazionale con una rete di soci ed esperti che promuovono standard tecnici, politiche e leggi rispettose dell’ambiente, L’European Environmental Bureau (EEB), iFixit Europe, Runder Tisch Reparatur e non solo. Anche Restart Project, Repair & Share e Back Market il principale mercato dedicato all’elettronica ricondizionata, fanno parte del gruppo direttivo sostenendo appieno la campagna.

Se anche voi siete interessati alle iniziative di Right To Repair vi consigliamo di dare un’occhiata al loro sito ufficiale, cliccando qui, per informarvi sulle iniziative e sulla mission. Se invece volete contribuire a sostenere le 3 R della sostenibilità allora date un’occhiata al nostro blog informativo e alla nostra gamma di smartphone ricondizionati selezionati. Perché un piccolo gesto, può fare davvero la differenza.